C’era una volta un militare annoiato…..

C’era una volta un militare annoiato in cerca di amore. Un giorno vide lei, bella e sorridente. Decise di stuprarla, ti strapparle abiti e verginità in pochi secondi, di violare il suo corpo la sua volontà la sua dignità le sue sicurezze. IMG_1971L’alto commando del suo esercito decise per una punizione esemplare- a dispetto delle usanze dell’esercito oppositore che stupra le donne dell’altra etnia e lascia questi crimini impuniti-e lo condannò a morte (bene direte voi, ma abbiate pazienza).

La vittima e la madre andarono alla corte marziale per chiedere il suo perdono e alla fine, dulcis in fundo, non solo il militare annoiato si salvò ma coronò il suo sogno di amore e violenza sposando la sua vittima.

Ogni riferimento a persone, fatti, gruppi etnici è puramente casuale. Ogni strumentalizzazione nella narrazione nazionalistica della violenza sessuale è invece voluta. Vi saluto con rammarico e la rabbia per corpi delle donne usati per più fini e dignità violate, per l’impunità, da entrambe le parti del conflitto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...